La colletta si è rivelata un'occasione

Mi sono accorta, facendo la Colletta Alimentare, che non è che a Carpi, nel mondo, ci siano  da una parte quelli che non sperano più in nulla  e quelli ancora vivi e ancora umani, i buoni per intenderci.

La colletta si è rivelata  un'occasione,  per ognuno di noi, di accorgersi che il proprio e l'altrui cuore è capace di svegliarsi, è ancora speranzoso, è ancora domanda.

Il mio cuore non è un deserto perchè la domanda si risveglia, l'atto concreto e umile esiste ancora in me, la generosità e la carità esistono nel mio cuore (come mi accorgo che tante volte invece, se rimango nell'astratto delle mie chiacchiere e pensieri, esso è cinico, lamentoso quindi disperato).

E questo che ho visto accadere in me lo vedo anche nella mia rete di amicizie, nella mia città, nel mio prossimo, in chi  incontro  in un’occasione come la Colletta.

Alessandra, Carpi